Passa al contenuto
final-simrad-tradition-header.png

Tradizione,  esperienza e  innovazione

By Ed Gorman

Tradizione,  esperienza e  innovazione

Ed Gorman

Simrad, il più potente produttore di elettronica marina d'Europa, con una reputazione a livello globale di eccellenza e innovazione nei competitivi mercati marini commerciali e da diporto, ha una storia importante, ma poco conosciuta.

Storia

 

L'azienda, che ora fa parte del gruppo Navico, è nata subito dopo la seconda guerra mondiale dalla mente di Willy Simonsen, un brillante scienziato norvegese, che aveva lavorato con il movimento di resistenza norvegese durante l'occupazione del suo paese, sviluppando attrezzature per intercettare il traffico tedesco nelle telecomunicazioni.

 

Nel 1941, Simonsen riuscì a fuggire in Inghilterra dove lavorò nell'unità di produzione radiofonica del War Office britannico. In quel ruolo, Simonsen sviluppò un piccolo ricevitore radio a onde corte che divenne noto come "Sweetheart" e venne distribuito alle forze della resistenza di tutto il mondo. Si ritiene che la sua figura abbia giocato un ruolo importante nella vittoria degli alleati del 1945.

 

Dopo la guerra, Simonsen ha fatto tesoro della sua ingegnosità pionieristica, unita alla sua capacità di produrre attrezzature in grado di resistere alle difficoltà dell'ambiente esterno, progettando e producendo radiotelefoni di alta qualità per le imbarcazioni da pesca norvegesi.

Insieme al partner commerciale John Mustad, lavorò sotto l'egida dell'istituto norvegese di ricerca della difesa, diversificando, alla fine degli anni '40, la progettazione e la produzione con ecoscandagli, di cui il primo modello Simrad per navi da pesca fu venduto nel 1950. A questo seguirono fishfinder, sonar, radar e apparecchiature di navigazione, mentre Simrad consolidava la sua reputazione mondiale per qualità in un'ampia gamma di applicazioni elettroniche marine.

 

Ancor oggi i dirigenti di Simrad parlano non solo del pluridecorato Simonsen, morto nel 2003 a 90 anni, ma anche dell'"ethos" di qualità, durevolezza e innovazione che egli ha consolidato nei primi giorni di attività dell'azienda a Oslo tra gli anni '50 e '60.

"Credo che sarebbe stato estremamente orgoglioso del modo in cui siamo rimasti fedeli alle nostre radici norvegesi e alla nostra reputazione di qualità, spingendoci allo stesso tempo in avanti, per consentire al marchio di mantenere il suo piglio pionieristico sotto ogni aspetto",

 

Commenta Mike Fargo, vicepresidente esecutivo di Navico, responsabile sia del settore ricreativo che commerciale di Simrad.

 

 

Oggi

 

Fargo ritiene che la storia e l'eredità del marchio Simrad siano qualcosa di prezioso e notevole, a cui si è ispirato fino a oggi per le sue attività. "Non ci sono molti marchi per l'elettronica di consumo nel settore marittimo con una storia di 70 anni ed è un grandissimo onore rappresentarla oggi", ha affermato. "Quando pensiamo a quante persone vi si affidano, sia per la sicurezza della propria famiglia che per il modo in cui vivono, ci sentiamo enormemente motivati".

 

Fargo, americano con una laurea in ingegneria e un Master of Business nel settore operativo conseguito alla Northeastern University, lavora con Simrad dal 2003 e ritiene che il marchio abbia, nel suo DNA, una qualità che risale fino alle sue radici norvegesi, quando i primi prodotti venivano testati in alcune delle condizioni marittime più ostili del pianeta.

 

"Sappiamo che stiamo lavorando con gli utenti più esigenti, sia che si tratti di colui che può permettersi qualsiasi cosa per il suo superyacht o dell'utente commerciale che deve portare a termine il lavoro, e stiamo consentendo loro di guadagnarsi da vivere in acqua", ha affermato. "Soddisfare le loro esigenze oggi e in futuro è ciò che suscita ogni giorno il mio interesse e, credo, è ciò che spinge il team a continuare. Siamo un'azienda decisamente innovativa, ma che dipende molto dal fatto che i nostri clienti utilizzano le nostre apparecchiature in ambienti davvero difficili, fidandosi di noi".

 

Sin dagli inizi in Norvegia, Simrad è diventato il marchio scelto da un'ampia gamma di clienti esigenti: da esploratori e avventurieri a costruttori di yacht di qualità, proprietari di superyacht, capitani di imbarcazioni a noleggio e molto altro ancora. Allo stesso tempo, soddisfa gli appassionati di motoscafi e pesca sportiva, grazie alla sua profonda conoscenza delle attrezzature di navigazione e fishfinding. 

Prodotti / Utenti

 

Comprendere quale sia il tipo di prodotti di cui l'utente ha necessità è un valore fondamentale dell'azienda. Non fornendo una soluzione "unica per tutti", i prodotti sono personalizzati in base a varie esperienze dell'utente. Dal premium display multifunzione Glass Bridge Helm NSO Evo3s lanciato nel 2019, alla Serie GO per le piccole imbarcazioni sportive, dayboats e centre-console, e al Simrad Cruise per la navigazione GPS più semplice e diretta. La tecnologia più recente offre prestazioni superiori e più veloci e un'esperienza intuitiva con schermo touch e icone.

 

Investire nelle grandi menti, ad esempio in specialisti dell'elettronica che lavorano su sonar o radar, è un tratto distintivo del marchio Simrad, che si è evoluto attraverso acquisizioni ed espansioni, ma anche tramite l'innovazione e l'introduzione, sul mercato, di nuovi prodotti leader del settore. In questa categoria, Simrad può fare riferimento alle sue prime tecnologie radio, ai suoi primi autopiloti (come il famoso modello Simrad Robertson) e, più recentemente, alla sua rivoluzionaria innovazione in fatto di tecnologia radar.

Radar

 

L'azienda ha lanciato la sua fortunata gamma di radar a banda larga a stato solido nel 2009. Sarebbe stata l'innovazione più significativa in fatto di radar dal 1940, poiché questo nuovo radar utilizzava un'onda di trasmissione continua con una frequenza lineare crescente (da qui il termine banda larga), migliorando per dieci volte la capacità di navigazione sicura. Il 2011 ha visto l'introduzione del radar a banda larga 3G, seguito rapidamente dal 4G, che ha ampliato la portata in modo significativo, ha aggiunto una capacità di visualizzazione a doppia scala e migliorato la definizione degli obiettivi. L'introduzione della gamma a compressioni di impulsi Halo nel 2015 è stata un'altra svolta per l'utente amatoriale. È stato il primo sistema radar open array a stato solido ad alte prestazioni al mondo a essere commercializzato, a un prezzo conveniente, sul mercato amatoriale. In precedenza, solo gli utenti militari e commerciali potevano permettersi questi prodotti. "Secondo me, Halo ha dato un impulso al settore mai visto prima", afferma Fargo, "nel senso che ha iniziato a mettere insieme una tecnologia non ben utilizzata dagli amanti del diporto nautico. Halo rende il radar estremamente preciso, molto intuitivo e perfettamente utilizzabile dai diportisti".

Integrazione / Futuro

 

Fargo afferma che la sfida futura è restare un passo avanti in un mondo, come quello marittimo/nautico, in rapida evoluzione, dove la tecnologia sta offrendo funzionalità nuove, che persone come Simonsen non avrebbero mai potuto nemmeno immaginare. Tra le tendenze principali, si registra il passaggio a soluzioni di controllo integrate e facili da usare, dall'aspetto accattivante e ottimizzate in un sistema semplice da usare. L'industria automobilistica è già all'avanguardia in questo settore, ma anche il mondo dell'elettronica marittima sta recuperando terreno.

 

"L'elettronica di navigazione sulle imbarcazioni ha attraversato una fase di lenta integrazione: in passato c'erano il plotter cartografico, l'ecoscandaglio, il tachimetro e altri dispositivi, ma tutti separati", afferma. "Ora, tutti questi dispositivi sono stati riuniti su un unico schermo. Ma questo schermo oggi controlla molto di più delle sole dinamiche di cartografia, radar o ricerca di pesci: comanda la maggior parte dei sistemi sulle nostre barche. Questa evoluzione è ormai avviata e Simrad ne è al comando".

 

Fargo riconosce, inoltre, che in un mondo digitalizzato vi sono ruoli molto più ampi per l'elettronica nell'ambiente marittimo. "Tenere traccia della manutenzione dell'imbarcazione, del modo di concepire la barca e della pianificazione quando non la si utilizza sono concetti che stanno cambiando e cambieranno andando avanti ed è lì che adesso stiamo puntando in Simrad", ha affermato.

 

Le partnership e le acquisizioni sono sempre state una parte importante dell'evoluzione di Simrad, in quanto l'azienda cerca di restare al passo con i suoi concorrenti in un settore in rapida evoluzione. Storicamente, l'azienda ha sempre ideato e sviluppato competenze fondamentali nell'ingegneria elettronica attraverso la collaborazione con alcuni dei migliori ingegneri di tutto il mondo e continua ancora oggi.

Nel 2016, ha acquisito Naviop, leader italiano nelle soluzioni di controllo e monitoraggio per il mercato dei superyacht. Ciò ha aperto nuovi orizzonti nella fascia alta del settore di costruzione di barche di qualità, come spiega Fargo. "L'acquisizione di Naviop è stata un'altra evoluzione nella nostra integrazione di sistemi di controllo e soluzioni di monitoraggio per le imbarcazioni. All'inizio del 2020, abbiamo presentato Simrad Command con tecnologia Naviop, che rende tutte queste informazioni subito disponibili e a portata di mano e dall'aspetto molto accattivante", afferma. "Ora ci troviamo proprio nel bel mezzo del processo, fornendo soluzioni personalizzate ad alcuni dei principali produttori".

Guardando al passato, al punto di partenza in Norvegia, unico nel suo genere, e pensando a un entusiasmante futuro per Simrad ispirato dal suo spirito pionieristico e dall'innovazione integrata nel suo DNA, Fargo conclude: "Credo che i nostri clienti riconoscano la nostra forza in quanto azienda di elettronica che vanta oltre 70 anni di esperienza nello spazio marino. Simrad è dotata di quella tenacia che l'ha resa un marchio leggendario e che ci ha regalato una storia davvero potente da condividere con i nostri clienti".

Carrello 0 articolo/i